MAG.NIFICO: Salone Satellite 2013

Questo slideshow richiede JavaScript.

Innovazione nell’arredo bagno anche al Salone Satellite 2013 che mette in contatto i più promettenti giovani designer di tutto il mondo con i più importanti imprenditori/talent scout riuniti a Milano in occasione dei Saloni.

Mag.nifico è un prodotto completo per arredare il bagno della designer Selene Tunesi, composto da due cassettoni, lavabo, erogatore regolabile in altezza, specchio illuminante.

Il lavabo è formato da due corpi distinti, un bacino inferiore ed un anello superiore e dialoga direttamente con lo specchio dando vita a due prodotti in uno.

In una prima quotidiana configurazione il lavabo è poggiato sui cassettoni, l’erogatore ad altezza base, l’anello, magicamente posizionato sullo specchio funge da riflettore della corona luminosa con fonte led ad alto CRI (indice di resa cromatica) che permette di avere un’illuminazione omogenea del viso mantenendo la fedeltà dei colori e la cromaticità e del trucco.

La fonte luminosa è dimmerizzabile grazie ad un sensore integrato nello specchio.

I materiali con cui può essere realizzato il lavabo sono il Cristalplant e il Corian.

La seconda configurazione genera una nuova funzionalità, il lavabo diventa più ampio grazie all’anello superiore che viene accoppiato al bacino inferiore a tal punto da accogliere un neonato per il bagno, l’erogatore ad altezza massima e la luce diventa più diffusa e potente.

La più bella sorpresa però è vedere la designer in dolce attesa, e vedere la seconda configurazione di Mag.nifico intenerisce e allo stesso tempo fa capire come le migliori idee nascono dall’osservazione e  dalle necessità del quotidiano.

P1040385

Designer:  Selene Tunesi

CREAZIONI MASTELLA IN CRISTALPLANT ALLA CERSAIE 2011

Mastella propone alla 29° edizione del Cersaie 2011 le proprie innovative soluzioni per il bagno, caratterizzate da elevati standard tecnologici e funzionalità e capaci di creare ambienti di elegante sobrietà e grande personalità.

Caratterizzata da un design pulito e minimale, Aki (foto sopra il titolo) di Mastella è una vasca versatile che oltre alla versione freestanding può essere incassata a pavimento o accostata a parete.

Nasce da uno stampo che comprende l’incavo ed il piano, poi, a seconda della richiesta vengono modulati i lati. E’ inoltre possibile una riduzione in lunghezza a centimetro.

La materia usata è il Cristalplant®, un materiale composito tecnologicamente avanzato ed unico, formato da un’alta percentuale di cariche minerali naturali, ed una bassa percentuale di acrilici. E’ un materiale inerte, ipoallergico e non tossico.

Kallashort, lavabo disegnato dall’Architetto Oriano Favaretto per Mastella, nasce come evoluzione del modello freestanding Kalla, indiscusso protagonista delle collezioni Cersaie 2010.

Le linee morbide e sinuose ispirate all’avvolgente corolla del fiore rendono Kallashort un soprapiano di grande personalità e dal forte impatto estetico.

Può essere posizionato sopra consolle o mobili di altezza contenuta.

Si ispira alla natura, prendendo la forma di un ciottolo di torrente, il lavabo Sasso, realizzato in Cristalplant®; una fusione di resine acricliche e minerali che dona al manufatto un aspetto compatto, non poroso, a tutta pasta, resistente e piacevole al tatto. Disponibile in nero e bianco: la versione nera, non è dovuta a verniciatura ma ad impasto del solid surface.

Materiale: www.cristalplant.it

Azienda: www.mastella.it

 

Morphing di Kos

Questo slideshow richiede JavaScript.

STEEL 130 della collezione Morphing di KOS è un mobile lavabo in metallo. Disponibile in due varianti: Mobile con struttura in metallo verniciato bianco, lavabo integrato in Cristalplant® e cassetto e cassettone laccati con apertura push-pull.Morphing Collection fonde in sé tradizione ed estetica contemporanea nuovi materiali e rimandi a tipologie classiche. Scultorea e sofisticata sorprendentemente ‘familiare’ e al contempo assolutamente innovativa Morphing nasce per coniugare forme archetipiche impresse nella memoria di ciascuno di noi ed estetica contemporanea. Rappresenta la metamorfosi di un bagno in divenire: grazie ad uno strategico progetto di produzione basato sull’utilizzo di pochi stampi consente molteplici soluzioni formali e spaziali di prodotto offrendo una vasta gamma di modelli.
La collezione Morphing sviluppata in sinergia con il marchio Cristalplant®, esplora ed esalta l’estetica trasformista di questo materiale innovativo e contemporaneo, oggi sempre più protagonista nel mondo del bathroom design.
Azienda:  www.kositalia.com
Materiale: www.cristalplant.it

CRISTALPLANT

Azienda produttrice

NICOS INTERNATIONAL SPA

Composizione

Materiale composito tecnologicamente avanzato ed unico, formato da un’alta percentuale di cariche minerali naturali (ATH derivate dalla bauxite) ed una bassa percentuale di polimeri poliesteri ed acrilici di elevata purezza.

 Proprietà

Materiale inerte, ipoallergenico e non tossico.Riciclabile al 100%, praticamente ignifugo (classe 1), con un’ottima resistenza agli UV, è compatto e non poroso, igienico, resistente e piacevole al tatto per la sua finitura vellutata simile alla pietra naturale. Ripristinabile al 100%, ciò vuol dire che può essere riportato all’aspetto originale con un semplice detersivo ed una spugnetta abrasivi, rimuovendo anche bruciature di sigarette. Le proprietà di durevolezza e ripristinabilità lo rendono quindi eco-compatibile.

Applicazioni

Cristalplant è un materiale che viene particolarmente apprezzato nell’arredo di design nel settore dell’arredo bagno per la realizzazione di piatti doccia, vasche e lavabi personalizzati; è inoltre utilizzato nel settore ospedaliero per la realizzazione di vassoi e piani di lavoro, nel settore cantieristico navale e nel complemento d’arredo. CRISTALPLANT® è ormai patrimonio delle aziende “made in Italy” dell’alto di gamma, con investimenti contenuti permette di creare oggetti dall’alto contenuto stilistico e tecnologico. Materiale innovativo; aziende leader e designer di spicco lo hanno scelto soprattutto per la sua finitura vellutata simile alla pietra naturale.Alle qualità estetiche si aggiungono le qualità tecniche: altri materiali impiegati in questo settore, una volta graffati o scheggiati rimangono difettati, CRISTALPLANT®, essendo un “solid surface”, quindi un materiale omogeneo in tutto il suo spessore, può venire ripristinato con spugne e pulitori abrasivi attualmente in commercio.

Processo produttivo

La tecnologia produttiva è il “cast moulding” ossia stampaggio a bassa pressione. Dopo la definizione di un disegno tridimensionale, viene realizzato un prototipo in scala reale che a sua volta viene utilizzato per la costruzione di uno stampo. Lo stampo, in composito, può essere realizzato con metodo classico (positivo e negativo) oppure con inserti mobili tramite l’utilizzo di pistoni idraulici. Lo stampaggio del CRISTALPLANT® può essere quindi paragonato a un processo di stampaggio ad iniezione. Si ha un punto di iniezione dal quale il materiale entra nello stampo a riempire la cavità. Una volta riempito lo stampo il materiale catalizza e si solidifica. A differenza dell’iniezione plastica classica si possono avere degli aumenti di spessore anche notevoli. Essendo un materiale “solid-surface” il CRISTALPLANT® può essere tagliato e incollato. Questa caratteristica dà modo di attuare diverse personalizzazioni di prodotto, per esempio dei tagli a misura di prodotti stampati, non ponendo quindi limiti dimensionali e di forma nella progettazione. La stessa caratteristica consente difatti di pensare il manufatto stampato anche in 2 o più parti che vengano successivamente incollate tra di loro e finite come se fossero un pezzo unico; naturalmente da più pezzi è costruito il prodotto e più costosa l’operazione di incollaggio. Per i prodotti dedicati al bagno, l’importante è che il bacino, ossia la zona che contiene l’acqua e deve quindi resistere a notevoli shock termici, venga realizzata in un pezzo, quindi eventuali tagli o saldature devono essere esterne al bacino. La saldatura viene sempre effettuata nella fase di post- stampaggio con il medesimo materiale, e questo la rende non distinguibile, creando un unico pezzo senza incollaggi visibili. La finitura del CRISTALPLANT® viene effettuata con particolari carte vetrate e pagliette scotch-brite® e quindi l’effetto finale risulta essere “vellutato” simile ad una pietra naturale. Inoltre il cristalplant può venire verniciato nella parte esterna, quella non a contatto con l’acqua, con una vernice soft-touch in più di 700 colori differenti.

ulteriori info: www.cristalplant.it

azienda: www.nicosinternational.it